Chi sono


le cover di Cassius Obstinatus e senza paracadute

Pugliese, Classe 1988, Gaetano Longo, si diploma in grafica pubblicitaria nel 2008, da sempre appassionato di arte e fumetto trova la sua aspirazione nella nona arte e frequenta la scuola di Grafica e fumetto Grafite alla sede di Taranto.

In quegli anni esordisce come illustratore umoristico per i libri Cassius Obstinatus di Francesco Saccente e Senza paracadute di Antonio Loconte, entrambi editi da Adda editore.Esordisce nel fumetto nel 2013 come colorista sulla graphic novel a tinte horror Axelle disegnata da Valerio Palumbo e edita da Hyppostyle publishing, e per Cronaca di Topolinia. come disegnatore sulla serie fantasy Cronache dal ghiaccio e sullo sci fi Lunar lex di cui è anche creatore grafico e copertinista.

Le cover dei 4 volumi di Blackbox che affiancate formano un unico skyline della città di Ecrònia

Il connubio con l’editore barese Hyppostyle continua ancora negli anni e lo porta a nuovamente ai colori sulla serie di successo steampunk Blackbox scritta da Giuseppe Grossi e disegnata da Mario Monno, Lorenzo Scipioni e Dario Tallarico, le variazioni cromatiche delle atmosfere cariche di drammaticità che compongono l’affresco distopico della città di Ecrònia gli fruttano un notevole riscontro di pubblico e critica.

L’affiatamento con Giuseppe grossi porta i due è tra i finalisti del Lucca project contest durante Lucca comics & games 2019 con il progetto post apocalittico Mom and dead ricevendo elogi dalla giuria e sfiorando la vittoria.

Nella stessa kermesse approda con L’alleggeritore, spin off di Blackbox a tinte thriller e gialle che mostra un’altra faccia dell’oscura e distopica città.

In occasione di Napoli Comicon 2020 viene presentato il quarto e conclusivo volume di Blackbox che chiude l’epopea di Ecrònia.